Investire alle Canarie

1

INVESTIRE ALLE CANARIE – LE ISOLE DELL’ETERNA PRIMAVERA

Di fronte ad una crisi economica che investe in maniera dirompente tutti i settori, nasce l’esigenza di trovare soluzioni immediate che consentano di coniugare lo svolgimento di attività imprenditoriali con la realizzare di un profitto , senza che questo possa apparire un’utopia e sia persino considerato lecito, così come la salvaguardia del proprio patrimonio.

Occorre quindi necessariamente volgere lo sguardo oltre i confini nazionali, valutando però attentamente tutti quegli aspetti che in maniera diretta o indiretta andranno ad influire sull’investimento prescelto, ivi compreso il sistema di tassazione che verrà applicato sui proventi da esso derivanti.

In una sorta di comparazione tra l’attuale ed il potenziale sarà indispensabile potersi orientare verso zone che offrano all’aspirante investitore/imprenditore opportunità tra le più favorevoli per poter validamente operare.

Si impone allora sullo scenario internazionale un luogo – a portata di mano- ove tutto questo è effettivamente realizzabile: le Isole Canarie

 

 

A prescindere (ma poi non così tanto) dall’innegabile bellezza dei luoghi, dal clima sempre mite e da quella strana sensazione di sentirsi sospesi tra Europa ed Africa subendone il relativo fascino, i vantaggi economici che questa zona offre sono numerosi ed interessanti per chi decide di dare una svolta lavorativa (e non solo) alla propria vita .

E’ noto che le Isole Canarie facciano parte del territorio spagnolo e siano pienamente integrate nell’Unione Europea; sono costituite in Comunitá (Regione) Autonoma dal 16 agosto del 1982 ed hanno un Parlamento ed organi di governo propri, che gli conferiscono la stabilità politica e sociale tipiche di un sistema democratico avanzato. Ad esse si applica la totalità delle politiche comunitarie.

In considerazione della loro peculiare ubicazione geografica ed a causa quindi della loro distanza dalla Spagna, godono di un sistema fiscale interessante e privilegiato, esteso agli stranieri che intendono qui insediare attività produttive di beni o servizi.

Fiscalmente gli investitori si trovano ad operare in una ZEC (Zona Speciale Canaria), ove vige un sistema di bassa imposizione, nell’ambito di un più vasto quadro di riferimento, il REF (Regime Economico e Fiscale), nato con lo scopo di promuovere lo sviluppo economico e sociale dell’arcipelago e per diversificarne la struttura produttiva.

L’ opportunità di insediarsi è di usufruire dei benefici fiscali ivi previsti è riservata a tutti quei soggetti giuridici che intendano in tale luogo sviluppare un’attività industriale, commerciale o di servizi, inclusi in una lista di attività permesse (descritte nell’allegato del Regio Decreto Legge 2/2000) , che potranno usufruire del beneficio previsto per il quale saranno assoggettati ad un tasso impositivo ridotto del 4% (fino al 2026 in luogo dell’aliquota normale vigente).

La ZEC si estende in tutto il territorio canario. I requisiti necessari per essere Ente Zec ( società commerciale) prevedono la costituzione in loco di una nuova società con domicilio e sede di direzione effettiva nel suo ambito geografico. E’ necessario inoltre che: almeno uno degli Amministratori dovrà risiedere alle Canarie; dovrà realizzare un’investimento minimo di 100.000 € in attivi fissi relativi all’attività entro i primi due anni dal momento della sua autorizzazione;creare almeno 5 posti di lavoro entro i 6 mesi successivi al momento dell’autorizzazione, e mantenere come minimo questa media durante gli anni di iscrizione alla Zec; avere come oggetto sociale la realizzazione, nell’ambito della predetta zona, di una delle attività produttive o di servizi ammissibili.

Oltre al riferito vantaggio fiscale per gli Enti Zec, non trascurabile appare l’ulteriore possibilità di evitare la doppia imposizione sui proventi prodotti : in virtù di espressa Convenzione sottoscritta dalla Spagna (che si avvale della Direttiva Madre-Figlia dell’ Unione Europea) i dividendi distribuiti dalle Filiali di Enti della ZEC alle loro società Madri con sede in altri paesi della UE risulteranno esenti da ritenute, con l’ovvio limite per cui non si applicheranno queste esenzioni quando i redditi siano ottenuti attraverso insediamenti in paradisi fiscali, o quando la Società Madre abbia la sua sede principale in uno di questi (conseguenza a trarsi è che le Canarie non costituiscono paradiso fiscale).

2Attraverso quindi la costituzione di società estere in un’area fiscalmente privilegiata, gli Enti ZEC godranno anche dell’esenzione dall’imposta sulle trasmissioni patrimoniali ed atti giuridici documentati nei seguenti casi: quando l’acquisizione di beni e diritti sia destinata allo sviluppo dell’attività dell’Ente ZEC in tale ambito geografico; quando realizzino operazioni societarie; qualora vi siano atti giuridici documentati vincolati alle operazioni realizzate dai suddetti Enti nell’ambito geografico della ZEC. Infine pagheranno un’imposta sul consumo finale (IGIC) – simile alla nostra IVA – pari al 7%.

Nel Regime della ZEC saranno esenti da tributi per l’IGIC le cessioni di beni e prestazioni di servizi realizzate dagli Enti ZEC tra di essi, cosiccome le importazioni di beni realizzate dagli stessi.

Vi è poi da segnalare un altro importante aspetto: la “RISERVA PER GLI INVESTIMENTI ALLE CANARIE (RIC)”: si tratta di un incentivo fiscale che permette una riduzione della base imponibile dell’Imposta sulle Società fino ad un 90% dell’utile non distribuito attraverso la dotazione di una Riserva Speciale per Investimenti (RIC). L’utile non distribuito deve provenire da insediamenti situati alle Canarie senza che, in nessun caso, l’applicazione della riduzione possa determinare che la base imponibile sia negativa. Analogamente accade per le persone fisiche soggette all’Imposta sulla Rendita delle Persone Fisiche (IRPF), relativamente alle attività imprenditoriali e professionali realizzate mediante insediamenti situati alle Canarie, sempre che determinino i loro rendimenti netti per stima diretta.

Investireallecanarie.com

 


Regime Fiscale Tipologie di Società Guida al lavoro Finanziamenti agevolati

 

 

Condividi questa pagina sulle tue reti sociali

Comments are closed for this article.