TRUST e IMPOSTA FISSA – il nuovo orientamento della Cassazione

TRUST e IMPOSTA FISSA – il nuovo orientamento della Cassazione

Copia di LOGO_ASSOCIAZIONE

Con la sentenza n. 21614 del 2016, la Corte di Cassazione interviene sul tema della rilevanza fiscale della costituzione del trust nelle imposte sui trasferimenti, affermando l’assoggettamento ad imposta fissa ipotecaria e catastale e sostenendo l’irrilevanza del momento segregativo ai fini della applicazione dell’imposta sulle successioni e donazioni. In questo modo la Corte abbandona la tesi della “imposta sul vincolo”, elaborata in precedenti pronunce, discostandosi altresì dalla posizione interpretativa dell’Agenzia delle Entrate.

La sentenza n. 21614/2016 della Corte di Cassazione rappresenta un importante punto di svolta della giurisprudenza di legittimità sul tema della imposizione fiscale dei vincoli di destinazione. La portata della pronuncia è, infatti, in grado di essere apprezzata ben al di là dello specifico caso, che riguardava l’assoggettamento ad imposte ipotecaria e catastale di un trust autodichiarato in funzione del passaggio generazionale di immobili (oltre che di quote sociali), per il quale la Corte ritiene applicabili tali tributi in misura fissa, anziché proporzionale.

CARD1 (1)

Condividi questa pagina sulle tue reti sociali
 

No comments so far.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Website Field Is Optional